Da Lucca Capitale a Lucca Oggi

Tu sei qui

Da Lucca Capitale a Lucca Oggi

Lucca Capitale

Mappa storica di Lucca quando era Capitale del Ducatus Lucensis

Per la sua vocazione cosmopolita, dovuta al continuo legame con il mondo degli affari, del commercio e della cultura, Lucca non ha mai avuto una semplice dimensione “provinciale”. Con il Congresso di Vienna (1815), Lucca fu costituita in ducato (Ducatus Lucensis) sotto la sovranità di Maria Luisa di Borbone e poi di suo figlio Carlo Lodovico. Lucca diventò capitale e lo rimase fino alla cessione al Granducato di Toscana nel 1847. La Pianta, realizzata da Paolo Sinibaldi nel 1843 su commissione di Carlo Lodovico di Borbone, mostra la città di Lucca quando era Capitale del Ducatus Lucensis.

Lucca oggi

La pianta, realizzata sulla base del plastico tridimensionale modellato per il LuccaMUST, mostra la città di Lucca nel 2011. Un confronto con la Pianta del Sinibaldi del 1843 ci permette di apprezzare le poche modifiche che hanno caratterizzato l'urbanistica lucchese nell'arco di più di 150 anni.

Veduta aerea della città

Una suggestiva veduta aerea della città di Lucca, grazie alla quale si può apprezzare l'intero tessuto urbano all'interno delle mura cittadine ed il paesaggio circostante.

[Filmato - VedutaAereaLU-LuCapLuOggi]

Lucca passo passo

Lucca "opera d'arte"

Veduta aerea della città di Lucca: in evidenza Via San Paolino, il Decumano Massimo della città romana (Foto di Francesco Fazzini)

Veduta aerea della città: in evidenza Via San Paolino, il Decumano Massimo della città romana (Foto di Francesco Fazzini).

Lucca ha coltivato e mantenuto fin dall’epoca della sua fondazione tratto e fisionomia culturale nonché floridezza economica e qualità di costumi tipiche di un contesto sociale di progresso ed evoluzione: una capitale, che nel tempo si è saputa adornare delle splendide memorie della propria storia conservate in una forma urbana esemplare ricca di modelli di crescita, interpretati da vie, strade, palazzi, case, chiese, e che, lungi dal farne una città-museo hanno creato, fenomeno rarissimo a godersi, una città definibile essa stessa “opera d’arte” in cui la diffusa consistenza di valori monumentali si propone anche quale virtù civile della sua gente e racconto della sua storia; se ne avverte l’invito a ripercorrerne serenamente le suggestioni invisibili e le visibili tracce, apprezzandone il modo quieto e leggibile, come un bel libro illustrato, di porgersi al gradimento e alla conoscenza dei visitatori.

Uno sguardo sulla città

Soltanto percorrendo la città passo passo si può cogliere la vera bellezza di Lucca.

[Filmato - SguardoCittaLucca]

Lucca, Città del Verde, Città della Musica

Città del Verde

Lucca convive e prospera con i valori ambientali del verde e con una radicata tradizione della loro cultura com’è - tra l’altro - testimoniato dal mirabile patrimonio collinare delle Ville lucchesi e dei loro splendidi parchi.
E a beneficio dei cittadini e dei visitatori è esemplare ed emblematico quel parco, unico al mondo, costituito dall’imponente complesso delle Mura Urbane, che adorna, avvolge, coinvolge e presidia la città antica, scandito da alberi secolari e esaltato dai prati sui bastioni e sugli spalti.
I gioielli del verde cittadino si manifestano anche nel Giardino botanico, voluto da Maria Luisa di Borbone ai primi dell’Ottocento, nonché nei giardini e negli orti custoditi nelle dimore private all’interno del centro storico.

Veduta aerea dell'acquedotto ottocentesco progettato da Lorenzo Nottolini

Veduta aerea dell'acquedotto ottocentesco progettato da Lorenzo Nottolini (Foto di Francesco Fazzini).

Veduta aerea delle Mura: Porta e Baluardo San Donato
Veduta aerea delle Mura: Porta e Baluardo San Donato (Foto di Francesco Fazzini).

Veduta aerea del Parco fluviale del Serchio all'altezza di Monte San Quirico
Veduta aerea del Parco fluviale del Serchio all'altezza di Monte San Quirico (Foto di Francesco Fazzini).

Città della musica

Il monumento a Giacomo Puccini in Piazza della Cittadella

Il monumento a Giacomo Puccini in Piazza della Cittadella (Artista: Vito Tongiani - Realizzazione promossa dall'Associazione degli Industriali di Lucca e dal Rotary club nel settantesimo anniversario della morte del Maestro- Foto: Maurizio Montagni).

Lucca vanta una ricca tradizione musicale che annovera decine di grandi musicisti, tra i quali emergono i grandi compositori Francesco Geminiani (1687-1762), Luigi Boccherini (1743-1805), Alfredo Catalani (1854-1893) e Gaetano Luporini (1865-1948). Il più celebre è certamente Giacomo Puccini (1858-1924).
Con questa illustre e preziosa tradizione l’amore ed il culto per la musica d’eccellenza sono a Lucca curati e promossi in numerose manifestazioni che valorizzano sia la qualità del patrimonio musicale prescelto e offerto al pubblico sia l’associazione delle relative esecuzioni e rappresentazioni con i luoghi più distinti e prestigiosi della città e della stupenda campagna circostante.