I Musei: le arti

Tu sei qui

Le espressioni artistiche sono state sempre importanti. I grandi dipinti che abbellivano le chiese lucchesi (cento, secondo la tradizione), la musica che ne riempiva gli spazi nelle ricorrenze ufficiali e che ancora oggi risuona in molte occasioni e un'arte del tutto particolare, la tessitura, che fece di Lucca una delle capitali d'Europa e ispirò alcune la leggenda locale per cui gli intersi delel sue belle chiese riprodurrebbero i disegni delle preziose stoffe.

 

Particolari della facciata della Chiesa di san Michele a Lucca

 

La seta

Un'"arte" inscindibile dalla storia della città è l'arte della seta. Preziose tappezzerie, vesti, decori.

La visita del Museo Nazionale di Palazzo Mansi è una doppia scoperta. Oltre alla pincoteca, il palazzo stesso, una dimora aristocratica del '700 merita una visita. La dispozione delle sale, gli arredi, le tappezzerie ricchissime di artigianato locale e del nordeuropa, testimoniano la ricchezza e il ruolo commerciale e politico svolto da questa piccola città nel periodo di massima fioritura dell'arte della seta sin tado medioevo.

L'arte della tessitura è un elemento che ricorre più volte e sotto diversi aspetti all'interno del palazzo. Un laboratorio di tessitura rustica, un laboratorio di restauro dei tessuti, una collezione di abiti provenienti dai richchi armadi di famiglia: vesti maschili e femminili, civili ed ufficiali, nobiliari e servili, (dal '700 ai giorni nostri) e di paramenti ecclesiastici, parati da tappezzeria, biancherie laiche e liturgiche, le ricche e preziose tappezzerie del piano nobile, fanno del palazzo un luogo fondamentale per conoscere questo importante episodio della storia della città.
L'alcova degli sposi è sicuramente la sala più nota della ricca dimora con  le boiserie dorate le tappezzerie di fiammati color oro ricamate con fiori ed uccelli degne di una piccola reggia. Nel letto a baldacchino dormì la bella Lucida Mansi protagonista di una ingarbugliata leggenda che ebbe come scena alcuni luoghi simbolo della città: il laghetto oggi incluso nelle mura del Giardino Botanico, la Torre delle Ore, le Mura rinascimentali.
Qualche secolo dopo vi riposò Alberto Sordi, nei panni del Marchese del Grillo, il famosissimo film  girato a Lucca nel 1981 dal grande regista Mario Monicelli.

 

Museo nazionale di Palazzo Mansi di Lucca

 

La pittura

Nelle sale del Museo nazionale di Villa Guinigi, un imponente edificio in stile tardo gotico, che fu dimora di Paolo Guinigi, signore di Lucca dal 1400 al 1430, si ripercorre la storia artistica della città: dai manufatti della collezione archeologica dell’VIII secolo a.C ai grandi dipinti del Settecento.
Una delle più ricche ed interessanti raccolte di opere prodotte per Lucca da artisti lucchesi o stranieri per la committenza ecclesiastica e laica.

 

Museo Nazionale di Villa Guinigi a Lucca

 

L'Arte contemporanea

Non si facciano impressionare, gli amanti dell'arte, dalle imponenti facciate delel chiese medievali, dalle imponenti mura rinascimentali. L'abitudine per l'arte è radicata in questa piccola città.
Oltre 70.000 volumi e circa 800 testate di riviste, tesi di laurea, vari archivi e una collezione di oltre 36.000 opuscoli e cataloghini d’arte, 180.000 immagini tra fotografie e ritagli e una collezione di opere grafiche, dipinti, disegni, e sculture, frutto di donazioni da parte di importanti artisti italiani contemporanei sono il corpus della Fondazione Ragghianti. Le sculture sono esposte nei chiostri del Complesso Monumentale di San Micheletto, sede della Fondazione. La struttura ospita mostre di grande rilievo e laboratori sui temi dell'arte locale e internazionale che sono l'occasione di una visita se state organizzando le vacanze, da non perdere se siete già a Lucca.

Grandi artisti di fama internazionale e giovani artisti locali. Per ognuno c'è un posto e un racconto all'interno del Lu.C.C.A. Museum Centro di arte contemporanea. Le "classiche" mostre restrospettive, sono qui l'occasione per laboratori, performances, incontri con artisti e personaggi della cultura contemporena tenuti insieme dall'entusiasmo dei curatori. I piani nobili ospitano le grandi mostre, mentre nella hall e nello spazio lounge ci sono mostre gratuite di artisti contemporanei, un book shop e presto un punto ristoro.

 

Lucca, i musei di arte moderna e contemporanea.

 

La musica

Tra tutte le arti, la musica è senz'altro quella che meglio connota il carattere della città. Lucca è la città natale di musicisti internazionali e città di adozione di altri che da diversi paesi del mondo hanno scleto di viverci. La tradizione musicale a Lucca è ancora viva, l'offerta di concerti fi vari generi musicali ricchissima. La visita della città della musica non può partire che dal PucciniMuseum la casa natale di Giacomo Puccini, un piccolo appartamento nel centro storico di Lucca che, dopo la riapertura nel 2015, sta diventando uno dei luoghi da non perdere per conoscere la città.
Concerti, laboratori e visite a tema arricchiscono l'esperienza della visita e introducono al mondo dell'Opera.

 

Museo Puccini casa natale

vedi tutti i musei di Lucca

Foto: R. Giomi, I. del Pistoia, Museo Nazionale Villa Guinigi