Villa Oliva

Tu sei qui

Villa Oliva
Indirizzo: 

Via delle Ville, 2034, 55010 San Pancrazio, Lucca

Telefono: 
Telefono +39 0583 406462. Fax +39 0583 406771. Cellulare +39 330 446252

L’origine e la data di costruzione di Villa Oliva non sono note con certezza. Lo stile architettonico dell’edificio fa ritenere che si tratti di un progetto di Matteo Civitali, illustre scultore e architetto lucchese della seconda metà del ‘400, formato culturalmente alla scuola della Firenze di Lorenzo dei Medici. E’ verosimile che il progetto venne commissionato dalla famiglia dei Buonvisi poiché già nel 1593 Alessandro Buonvisi cita la villa nel suo testamento tra i beni lasciati in uso alla moglie.

La villa si caratterizza soprattutto per il loggiato che occupa pressoché interamente la facciata esposta a nord e il cui disegno segue uno studio delle proporzioni e della prospettiva tipicamente rinascimentale. Il loggiato è formato da cinque archi a tutto sesto che si elevano fino al secondo piano, sorretti da quattro colonne in pietra grigia a formare un insieme armonico, leggero e molto elegante. La sua luce si apre su un prato bordato da due alte siepi di leccio che confluiscono in un piccolo ninfeo che funge da fulcro dell’intero impianto scenico.

La villa ha un parco che si estende per circa cinque ettari e presenta vari tipi di giardino. Quello antistante alla villa è improntato a particolari effetti di sorpresa e di movimento, tra cui una “stanza di verzura” realizzata con piante di tasso e alloro. A lato del viale di cipressi che accede alla villa si trova un filare costituito da carpini vetusti le cui sommità si intersecano a formare una volta arborea che si collega alla villa attraverso una serie di piccole scale. Si tratta di una pergola unica nel suo genere che sostituisce strutture analoghe comuni altrove ma formate da piante come viti, glicini o gelsomini.

Per secoli la Villa rimase di proprietà della famiglia dei Buonvisi, che annoverò tra i suoi membri ben tre Cardinali. Fra questi il più famoso fu Francesco Buonvisi, nominato Cardinale da Innocenzo XI nel 1681 e ordinato Vescovo di Lucca nel 1690. Francesco fu nunzio apostolico a Colonia, Varsavia, Vienna, dove difese egregiamente la comunità cristiana minacciata dai Turchi. Fonti non ufficiali riportano che pochi mesi prima di morire, nel 1700, convocò un sinodo che si svolse nel salone al piano nobile dell’odierna Villa Oliva. Già nel 1661 anche il Cardinale Girolamo Buonvisi aveva convocato un sinodo nella Villa a cui sembra partecipò Papa Alessandro VII.

Nel 1800 la Famiglia Buonvisi si estinse e da allora la villa passò più volte di proprietà fino a che, nel secolo scorso, venne acquistata dagli Oliva, antica famiglia genovese, e attuali proprietari. La Villa ospita regolarmente eventi musicali curati dal Maestro Herbert Handt che di recente hanno visto la partecipazione anche di Carla Fracci e del Maestro Menegatti.

Apertura al pubblico:

Sono visitabili il parco, le scuderie e la limonaia dal 15 marzo al 5 novembre.

La villa non è visitabile.

Orari: 

Tutti i giorni dalle ore 9:30 alle12:30 e dalle 14 alle18. Nel periodo di chiusura sono ammessi solo gruppi su prenotazione.